Oltraggio a pubblico ufficiale

Oltraggio a pubblico ufficiale

Viene punito per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale il soggetto che offende il prestigio e l’onore di un pubblico ufficiale, mentre questi stia compiendo un atto del suo ufficio o stia esercitando le sue funzioni, in luogo pubblico o aperto al pubblico e in presenza di più persone.

Pertanto, l’elemento oggettivo del reato di oltraggio a pubblico ufficiale è composto dalla sussistenza di diverse circostanze, che devono essere tutte presenti affinché sia integrata la fattispecie delittuosa.

Il riferimento all’offesa va inteso nel senso di un’espressione minatoria e denigratoria, che fuoriesca dalla semplice critica e che sia in grado di incidere negativamente sul consenso che la collettività deve avere sul pubblico ufficiale.

L’espressione infelice di cui si discute non perderà la sua antigiuridicità anche se rientra nel linguaggio comunemente usato dalla società.

Inoltre, è richiesto che le espressioni offensive possano essere udite da altre persone presenti sul luogo in cui siano state pronunciate, perché soltanto in questo modo il soggetto agente può porre in essere un aggravio psicologico sul pubblico ufficiale, o disturbarlo mentre esercita le sue funzioni, facendogli avvertire condizioni avverse.

Per fare un esempio: all’interno di una cella o di un ambiente penitenziario un detenuto ostacola un controllo da parte di un appartenente alla polizia penitenziaria e inizia ad offenderlo pubblicamente (in questo caso verrebbe integrata la fattispecie del reato di oltraggio a pubblico ufficiale, atteso che viene pronunciata una frase ingiuriosa e offensiva, udita da più persone e in luogo pubblico o aperto al pubblico come è certamente l’ambiente penitenziario).

Il nostro ordinamento prevede, altresì, un aumento di pena per il soggetto agente che ponga in essere le anzidette condotte quando attribuisce un determinato fatto al pubblico ufficiale.

In particolare, ci si riferisce a fatti che non siano ritenuti corrispondenti a verità.

Infatti, qualora il fatto attribuito dal soggetto agente al pubblico ufficiale dovesse essere provato successivamente, o l’ufficiale dovesse venire condannato per quell’attribuzione, allora il soggetto agente non potrebbe mai essere punito per la circostanza di avergli attribuito quel determinato fatto.

Ma in ogni caso, qualora il soggetto venisse imputato per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale, potrebbe risarcire interamente il danno a favore del pubblico ufficiale prima del giudizio, estinguendo di conseguenza il reato.

E’ di fondamentale importanza, quindi, rivolgersi quanto prima al Difensore per verificare se sia possibile costruire una difesa tecnica per il giudizio o decidere per l’estinzione del reato prima che inizi il giudizio di primo grado, evitando così il processo.

Oltraggio a pubblico ufficiale

Non esitare a contattare l'Avvocato Santino Spina

Se hai bisogno di una consulenza tecnica puoi:

- Contattare l'Avvocato accedendo alla sezione contatti

- Inviare un messaggio alla pagina Facebook AVV. SANTINO SPINA

- Chiamare direttamente il numero di telefono: 331.3050425 a cui risponderà l'Avvocato Santino Spina